Tag:
Categoria:

SOCIETA'/ E' morto Charlie Gard

29/07/2017 - 16:10

gard_articolo.png

Il bambino, su ordine dell'Alta Corte britannica era stato trasferito in un hospice pediatrico dove è stato staccato dalla macchina per la ventilazione che gli permetteva di respirare. Da Il Foglio, la rassegna stampa che ripercorre la storia del piccolo Charlie

È morto Charlie Gard. Il bambino britannico era affetto da una rara malattia genetica, la sindrome da deplezione del Dna mitocondriale, di cui si conoscono solo altri 16 casi e che provoca il mancato sviluppo di tutti i muscoli. La sindrome aveva causato al piccolo danni cerebrali progressivi. Charlie, 11 mesi, era diventato oggetto di una disputa tra i genitori e i medici sulla possibilità di portarlo negli Stati Uniti per un trattamento sperimentale. I genitori, Chris Gard e Connie Yates, il 24 luglio scorso avevano preso la decisione straziante di ritirare la richiesta di trasferimento, interrompere la loro campagna e lasciarlo morire. Ieri il piccolo su ordine dell'Alta Corte di Giustizia era stato trasferito in una struttura per malati terminali (hospice) dove oggi è stato estubato - è stato staccato dalla macchina per la ventilazione che gli permetteva di respirare - ed è deceduto poco dopo...

Continua la lettura

 

 

 



News.png Gli ultimi articoli

15 Dicembre 2017

Nella quarta puntata de «I dieci comandamenti», Iannacone ha raccontato una sorta di viaggio nella musica e nella vita del compositore e musicista Ezio Bosso (Dal Corriere della Sera di Aldo Grasso)

15 Dicembre 2017

Il ricordo a vent’anni dalla scomparsa. Ci eravamo conosciuti all’inizio degli anni Novanta. Ero direttore de l’Unità (Dal Corriere della Sera di Walter Veltroni)

15 Dicembre 2017

Per i giovani è sempre più difficile trovare un lavoro stabile, ben retribuito e con un percorso chiaro. Spesso solo perché vengono sfruttati. (Da ilsusssidiario.net di Giorgio Vittadini)

14 Dicembre 2017

Un tempo tutti venivano in cerca dell'America, terra di opportunità, di valori e di libertà. Ma oggi l'America è smarrita e ha bisogno di ritrovarsi. (Da ilsussidiario.net di Riro Maniscalco)

13 Dicembre 2017

La piccola era affetta da una rara malformazione diagnosticata in gravidanza. Ai genitori era stato suggerito l’aborto ma non si sono arresi: «Ci abbiamo creduto» (Dal Corriere della Sera di Cristina Marrone)

Leggi tutti gli articoli