Tag:
Categoria:

SCENARIO/ Violante: populismo e narcisismo, i nemici della stabilità italiana

04/12/2017 - 18:16

violante_articolo.png

"Le nostre fragilità, compresa l'instabilità, si combattono e si superano partendo da quanto di positivo l'Italia fa ogni giorno". Lo stato del paese nel commento di Luciano Violante (Da ilsussidiario.net)

L'Italia sembra condannata all'instabilità, grazie alla mancata riforma costituzionale e ad una legge elettorale che potrebbe non determinare un vincitore. Inoltre, nel 2019 ci saranno le elezioni europee e nell'anno successivo quelle regionali, scadenze elettorali che tolgono il sonno alle maggioranze e ai governi. E' possibile che questo complesso di circostanze ci faccia pagare un prezzo salato.  Quello europeo non è uno spazio angelicato. Le rivalità tra i singoli paesi e tra questi e l'Unione Europea sono all'ordine del giorno e i paesi che appaiono meno solidi sono presi di mira. Il tentativo di Macron di inserirsi nelle trattative dell'Italia con i due governi libici e gli avvisi di Moscovici al governo italiano sulla necessità di una manovra suppletiva in primavera sono la dimostrazione di questa tendenza. Siamo necessariamente condannati alla marginalità?

Continua la lettura



News.png Gli ultimi articoli

15 Dicembre 2017

Nella quarta puntata de «I dieci comandamenti», Iannacone ha raccontato una sorta di viaggio nella musica e nella vita del compositore e musicista Ezio Bosso (Dal Corriere della Sera di Aldo Grasso)

15 Dicembre 2017

Il ricordo a vent’anni dalla scomparsa. Ci eravamo conosciuti all’inizio degli anni Novanta. Ero direttore de l’Unità (Dal Corriere della Sera di Walter Veltroni)

15 Dicembre 2017

Per i giovani è sempre più difficile trovare un lavoro stabile, ben retribuito e con un percorso chiaro. Spesso solo perché vengono sfruttati. (Da ilsusssidiario.net di Giorgio Vittadini)

14 Dicembre 2017

Un tempo tutti venivano in cerca dell'America, terra di opportunità, di valori e di libertà. Ma oggi l'America è smarrita e ha bisogno di ritrovarsi. (Da ilsussidiario.net di Riro Maniscalco)

13 Dicembre 2017

La piccola era affetta da una rara malformazione diagnosticata in gravidanza. Ai genitori era stato suggerito l’aborto ma non si sono arresi: «Ci abbiamo creduto» (Dal Corriere della Sera di Cristina Marrone)

Leggi tutti gli articoli