Tag:
Categoria:

SOCIETA'/ Lavorare stanca?

15/07/2017 - 10:59

pavese_articolo.png

Non esiste una linea che demarchi il tempo del lavoro e il tempo libero, quando si lavora con un significato. Tutto rientra nel grande schema della vita. Ce lo spiega Riro Maniscalco sulle pagine de ilsussidiario.net

Tempo di ferie, per chi non ha da lavorare. Lavorare stanca, scriveva Pavese, ma non aver lavoro — lo sappiamo tutti — è anche peggio. Ammazza. Sono tanti anni che d'estate quando quasi tutti rallentano io ho da trottare. Lavoro sette giorni alla settimana, e non posso neanche permettermi di spegnere il telefono la notte. I bagnini del mio amato Adriatico almeno quello possono farlo. Mi pesa? Lavorare stanca davvero o no? Lungo il cammino della vita tra la tanta gente che ho incrociato e conosciuto, ho trovato alcuni profondamente innamorati del loro lavoro, altri giunti a sessant'anni e passa che ancora si chiedono cosa faranno da grandi...

Continua la lettura

 



News.png Gli ultimi articoli

20 Luglio 2017

Tra le ultime donne russe condannate al lager dal regime sovietico, Irina Ratušinskaja ha testimoniato con la vita e le poesie quella santità annunciata dal papa (Da ilsussidiario.net di Giovanna Parravicini)

19 Luglio 2017

Esercizi che chiudono, riferimenti che scompaiono, non solo librerie, piccolo commercio, perfino i grandi Mall che sono il cuore familiare della vita americana. Se Manhattan diventasse un luogo residenziale di stampo trumpiano sarebbe la sua fine (Da Il Foglio di Giuliano Ferrara)

16 Luglio 2017

“Viviamo in un mondo senza verità”. Colloquio con padre Paul Scalia, figlio del giudice della Corte suprema degli Stati Uniti. “Oggi può esere più facile parlare di fede a chi sta fuori dalla Chiesa”. (Da Il Foglio di Matteo Matzuzzi)

15 Luglio 2017

Non c'è più un uomo senza smartphone. Da dieci anni è lo stumento che ci mette a contatto col mondo. Una sinfonia di modernità. (Da Il Foglio di Alberto Brambilla)

15 Luglio 2017

Se i dottori hanno ragione, Charlie non vivrà a lungo, macchine o no. Nel frattempo il suo rapporto vitale è quello con i suoi genitori. Nessuno può prendere il loro posto. Da ilsussidiario.net di Vincent Nagle

Leggi tutti gli articoli